Immagine: *Progetto di pace e comunità di valori europei!
*Progetto di pace e comunità di valori europei!

Il nostro progetto di pace Europa

1. Con e per noi cittadini!

Democraticamente alla democrazia!

 

L'UE è stata scossa da crisi (euro, rifugiati, Brexit, Ucraina / Russia, Corona,...) per anni, ed à sempre più minacciata direttamente dai suoi oppositori e dai partiti politici critici dell'UE. L'Unione è profondamente divisa tra i paesi europei dell'est e dell'ovest, del nord e del sud. Delle riforme urgentemente necessarie falliscono a causa dei litigi interni e della bocciature ostinata di compromessi a Bruxelles. 

  

L'Unione ha una sola risposta a tutti questi problemi: richiede sempre più potere per assumere, il più presto possibile, un ruolo guida nel mondo come Stati Uniti d'Europa (USE). In questo contesto, la democrazia diretta e i referendum non hanno nessun senso per "Bruxelles", perché non solo bloccherebbero la sua integrazione presuntamente "senza alternativa", ma in ogni caso "sopraffarrebbero" i cittadini.

 

Se dunque vogliamo davvero una nuova Europa democratica e svariata, in cui noi cittadini risponsabili avremo l'ultima parola attraverso i referendum, ci vuole urgentement una strategia politicamente convincente, dal basso in alto - una dimostrazione impressionante e pacifica del nostro potere democratico congregato che spazzerà via la più feroce opposizione dei politici in tutta Europa, soprattutto anche a Bruxelles - in tre passi: 

xxx

  1. Innanzitutto, stiamo lanciando online un massiccio dibattito in tutta Europa sul futuro dell'Europa: ogni cittadino è chiamato a votare qui e adesso per la sua nuova Europa e, allo stesso tempo, a mobilitare almeno 2 amici, sicché milioni di europei aderiranno entro poche settimane a un grido d'allarme virale crescendo in modo esponenziale per più democrazia e il diritto di voto!
    xxx
  2. Bruxelles e i politici in tutta Europa sono costretti ad agire per impedire il collasso totale dell'UE, lanciando immediatamente e con fermezza la creazione di un'Europa flessibile e prospera per e con noi cittadini!
    xxx
  3. L'esercito in costante crescita di milioni di noi cittadini impegnati ed europei convinti in tutta Europa, che possono essere mobilitati in qualsiasi momento con breve preavviso online, garantisce con la minaccia permanente di un referendum pan-europeo, basato su Internet - che la nostra nuova Europa sarà realizzata democraticamente e rislutamene entro pochi anni, come progetto di pace e comunità europea di valori, e che si svilupperà ulteriormente in modo sostenibile e con successo a beneficio di tutti i paesi e popoli partecipanti  (UE*).

 


 

 

Obiettivo
La nostra nuova Europa - per noi cittadini!

 

1.   Un'Europa democratica, svariata, aperta al mondo, dove noi cittadini determineremo per referendum le questioni europee importanti che noi stessi vorremo decidere, anche nei referendum (ruolo del nostro paese in Europa, Costituzione, euro, immigrazione..); 

 

2.   Un'Europa sussidiaria, prospera e forte da Vladivostok a Reykjavik, dove tutti i paesi coopereranno in pace, di modo efficiente e vantaggioso per tutti, secondo la volontà di noi cittadini;

3.   Un'Europa che ci prende sul serio come il suo sovrano e come cittadini impegnati e emancipati ed europei convinti, critici e consapevoli della nostra responsabilità - perché noi avremo l'ultima parola in Europa - nei referendum!

 

 

 

 

 

Cammino 
Democratico
 - con noi cittadini! 

 

2020

-
2021

I. Chance Corona: www.our-new-europe.eu!

  1. Rivolta virale dei cittadini: Millioni di cittadini domandano una nuova Europa svariata e democratica! 
  2. Cambio del potere/paradigma: Politici e Bruxelles utilizzano crisi come chance per l'Europa - per e con noi cittadini! 
 

2022

-
2030

 

II. Attuazione democratica on-/offline!

  1. Referendum "Il mio paese in Europa":
    • Nucleo pol./mercato com/libero sc?
    • Elaborazione della Costituzione?
  2. Nuova Costituzione europea:
    • Elezione Consiglio Costituzionale 
    • Ratificazione con referendum naz.
  3. Elezioni europei: 
    Parlamento/Governo

 

 

 


2. Ogni crisi è un'opportunità!

2.1  Pandemie

La crisi Corona è un'enorme opportunità per l'Europa e per noi cittadini:

  1. Possiamo noi aprire la via ad una nuova Europa  democratica, diversificata e sostenibile attraverso un'enorme rivoluzione dei cittadini online, virale e in pace che anche tu puoi scatenare in tutta Europa - adesso!
    xxx
  2. Nell'emergenza esistenziale di Corona, caratterizzata da esigenze ed effetti nazionali, regionali e locali molto diversi, l'azione rapida di ogni stato, soprattutto a livello nazionale e regionale, era all'ordine del giorno, mentre che le organizzazioni globali e sovranazionali e l'UE dovevano prendere un posto al fondo - e che i governi in tutta Europa sempre di più fanno ricorso al giudizio e all'autoresponsibilità dei loro cittadini emancipati!
    xxx
  3. Per le pandemie da venire in futuro è quindi indispensabile che ogni paese preparari urgentemente a livello nazionale e locale delle misure efficaci, rapidamente dispiegabili e adattabili, da coordinare a livello internazionale, per proteggere la sua popolazione e la sua economia (leggi di emergenza, chiusure delle frontiere, coprifuoco, e aiuti finanziari). Si deve anche creare un sistema globale di monitoraggio e di allarme indipendente presso l'ONU/OMS che funzioni per tutti i pase nel mondo!
    xxx
  4. I paesi che vogliono delegare le loro competenze e responsabilità per la preparazion e la coordinazione delle pandemie future (incl. molti miliardi per l'aiuto comunitario) - ad un'Europa  politicamente integrata, possono farlo nel contesto della nostra nuova Europa diversificata!


2.2  Cambiamento del clima

 

La crisi del clima può essere risolta solamente a livello globale! Le misure radicali e apocalittiche, domandate in particolare da Greta Thunberg e dalla gioventù per il clima, realisticamente non sono realizzabili in modo sostenibile - tranne in una dittatura! - E le gigantesche conferenze mondiali annuali dell’ONU sul clima non hanno dato gran ché, all'eccezione di moltissime promesse grandiose!

 

Tuttavia, anche la crisi del clima può essere utilizzata come chance, a condizione che noi cittadini in tutto il mondo (cominciando nei paesi industrializzati) ci impegniamo attivamente, coscienti della nostra responsabilità e a tutti i livelli in un programma climatico mondiale efficace ed efficiente, decentralizzato e sussidiario:

  1. Come consumatori, riducendo in modo significativo e volontario le nostre emissioni personali di CO2, per mezzo di uno stile di vita più ecologico;
    xxx
  2. Come cittadini, chiedendo e decidendo le misure più idonee e più efficaci in relazione al clima nella nostra comune, la nostra regione, nel nostro paese e in Europa, se possibile con referendum;
    xxx
  3. Come residenti in questo mondo unico, sostenendo un monitoraggio globale del clima dall’ONU, con un sistema di scambio delle emissioni di CO2 dei paesi volenti e con un "centesimo del clima" internazionale e volontario (per esempio 0.1 cent/litro sui combustibili e carburanti fossili) - per finanziare le misure globali più efficaci di protezione del clima, specialmente nelle aree più povere del mondo.

 


2.3  Brexit

Tutti noi cittadini in tutta Europa, anche in Gran Bretagna, potremo in un primo referendum pan-europeo decidere sulla posizione del nostro paese in Europa, sia nel nucleo politicamente integrato, sia nel mercato comune o unicamente nella zona europea di libero scambio. 

 

Anche gli avversari dell'UE, perfino i Brexiteers", che vogliono che il loro paese possa profittare dalla cooperazione economica prospera in tutta Europa voteranno per la nostra nuova Europa!

 

 

2.4  Rifugiati

Un’Unione europea per i rifugiati dei paesi europei consenzienti, rafforzata da accordi volontari con altri paesi europei e con paesi d'origine e di transito dei rifugiati, costituirà la base di una politica europea per i rifugiati efficace e democratica, che terrà conto dei bisogni dei rifugiati e delle possibilità e esigenze molto differenti dei paesi partecipanti.

 

E i sostenitori, e gli avversari, e critici dell'UE potranno associarsi a questa Unione flessibile per i rifugiati.

 

 


2.5  Euro, politica economica

Un'Unione europea economica, fiscale e monetaria stretta e efficace (UEE) stabilizzerà, legittimerà e sosterrà l’Euro legalmente. L'Unione avrà il suo proprio budget e comprenderà il pagamento di trasferimenti dai paesi ricchi ai paesi poveri, la perequazione fiscale. 

 

Tutti i paesi che non vogliono aderire a questa Unione, potranno partecipare al mercato europeo comune / spazio europeo economico (SEE) - con la libera circolazione dei merci, servizi e del capitale, però senza la libera circolazione delle persone e senza l'euro, o a una zona europea di libero scambio. La cooperazione economica e commerciale e il libero scambio porteranno prosperità e stabilità a tutto il continente.

 

Una tale cooperazione economica flessibile e estesa potrà essere sostenuta e dai fautori e dagli avversari e critici dell'UE.

 

 

2.6  Ucraina e Russia

Una politica europea comune dei paesi volenti nei settori della politica estera, della sicurezza e della difesa permetterà all'Europa di rafforzare la sua posizione al livello mondiale. Tutti i paesi europei ci contribuiranno secondo la volontà dei loro cittadini.  

 

Il conflitto in Ucraina sarà risolto con l’aiuto della Russia, Europa, event. USA. Gli abitanti di Crimea potranno votare in un referendum (controllato a livello internazionale) sulla loro adesione alla Russia o all'Ucraina; e i cittadini ucraini voteranno sul futuro del loro paese, p.es. come stato neutrale e confederale (decentrale) in una grande zona europea di libero scambio da Reykjavik a Valdivostok, ponte di pace e prosperià fra l'Europa orientale e occidentale!

 

L'Europa, la Russia e gli Stati Uniti dovrebbero accettare questi verdetti popolari e garantirli, se necessario.

    

 


3. Costituzione democratica

Diritti e doveri dei cittadini, varietà e sussidiarità, referendum!

 

La nostra nuova Europa democratica e svariata può solamente essere realizzata in modo democratico, dal basso in alto - con noi cittadini. Questa Europa si baserà su una nuova costituzione, che sarà elaborata e adottata da un Consiglio Costituzionale, eletto da noi cittadini di tutti i paesi partecipanti. La nuova costituzione sarà finalmente ratificata e messa in vigore ugualmente da noi cittadini in un referendum in tutti i paesi.

 

La nuova costituzione stabilisce la democrazia diretta e la geometria variabile in una comunità svariata e sussidiaria di stati europei liberi e sovrani (CSE), che comprenderà: Un'unione econmica, fiscale e monetaria politicamente integrata (UEE); un mercato comune/SEE; una vasta zona di libero scambio, comprendendo tutta l'Europa; un'unione per i rifugiati europea efficace e umanitaria; e una politica estera, di sicurezza e di difesa europea comune dei paesi volenti. 

 

Sono anzitutto decisivi per questa Europa democratica e svariata i diritti e doveri dei cittadini e i principi della sussidiarità e del federalismo (nel senso germanofono, per una confederazione decentralizzata), definiti costituzionalmente. A questo proposito, questo progetto di una nuova costituzione europea si basa soprattutto sulla Costituzione della Svizzera.

Rispetto alla Svizzera moderna la CSE sarà però: 

  • Più svariata: La CSE comprenderà molto più di culture e di lingue, e i cantoni svizzeri di oggi sono certamente molto meno autonomi che i paesi del (nuovo) spazio economico europeo SEE / mercato comune e della zona europea di libero scambio.
    mmm
  • Meno direttamente democratica: I paesi membri manterranno le loro istituzioni e strutture politiche molto diverse, in particolare anche la loro democrazia parlamentare (anche nel nucleo politicamente integrato della CSE).

 

Rispetto all’UE attuale la CSE sarà:

  • Più grande: Tutti i paesi fra Vladivostok e Reykjavik sono invitati a partecipare alla nuova Europa nella forma decisa dai loro cittadini;
    mmm
  • Più democratica: Al livello della CSE ci saranno regolarmente plebisciti definiti nella Costituzione, soprattutto l’iniziativa costituzionale e il referendum legislativo, come pure le elezioni democratiche del Parlamento, del Governo e del Tribunale CSE;
    mmm
  • Più svariata, meno centralizzata: Salve nel nucleo politicamente centralizzato dell'Europa, i paesi membri mantengono la loro indipendenza politica, economica, sociale e culturale; possono cionondimeno partecipare ai progetti, programmi e compiti comuni per mezzo di accordi bilaterali (p.es. nei settori rifugiati, ricerca e educazione, trasporti e comunicazione);
    mmm
  • Più sussidiaria: Non sarà trasferito alla CSE nessun compito che i paesi membri possono sbrigare altrettanto bene o anzi meglio che la CSE. I cittadini decideranno quali competenze vogliono trasferire.
     

Costituzione per una nuova Europa - Preambulo

“Per creare un'Europa democratica e diversificata, forte e pacifica, prospera, sostenibile e sussidiaria, libera e giusta, aperta a tutti i paesi europei, i cittadini dei paesi partecipanti si danno la presente Costituzione per la Comunità di Stati Europei (CSE): ...”

 

Download
Costituzione CSE.pdf
Adobe Acrobat Document 104.1 KB

4. Referendum!

Una nuova Europa dal basso in alto!


I referendum sono la via regale verso la fiducia reciproca assolutamente necessaria tra l'Europa e noi cittadini, perché::

 

Nulla rafforza tanto l'interesse di noi cittadini per l’Europa, il nostro senso di solidarietà e di responsabilità democratica, la nostra certezza di essere presi sul serio dai politici, ma anche il nostro impegno per l'Europa, come i referendum regolari, definiti costituzionalmente, che danno a noi cittadini la possibilità di decidere, dopo campagne aperte, istruttive e corrette, spesso anch veementi ma sempre rispettose, tutte le questioni europee essenziali!

 

Nulla però, al contrario, ci dà tanto fastidio quanto i politici che ignorano, rifiutano, lanciano o usano i referendum abusivamente per i loro propri scopi e carriere, o che li ripetono, finché i risultati a loro piacciano! 

 

Ogni tentativo dunque di "Bruxelles" e dei politici in tutta Europa, di imporre o di estorcere la loro Europa sempre più potente e più centralizzata dall'alto in basso senza noi cittadini, ad es. con una costituzione non democratica (2005) o con un fondo multimiliardario di solidarietà (2020) era e sarà sempre destinato a fallire!

 

Ma non ci sarà neanche nessuna nuova Europa svariata, democratica, prospera e durevole, né progetto di pace europeo, né comunità europea di valori comuni, senza la fiducia reciproca tra noi cittadini e la nuova Europa, senza politici che ci prendano sul serio come i loro sovrani - ma soprattuto neanche senza molti milioni di noi cittadini emancipati ed europei convinti in tutta Europa - pronti ad assumere la nostra responsabilità personale, cruciale per l'Europa, e fermamente determinati a non rinunciare mai più a questa Europa! 

 

 

 


5. Ce la faremo - insieme!

Democrazia, pace, libertà, diritti umani!

 

Milioni partecipano!

  1. I sostenitori dell'UE che vogliono evitare il crollo dell'Unione, rafforzare in modo sostenibile l'Europa e garantire la partecipazione del proprio paese al nucleo politicamente integrato dell'Europa;
    xxx
  2. Gli avversari dell'UE, che chiedono che il loro paese possa trarre beneficio da una proficua cooperazione paneuropea, soprattutto nella grande zona europea di libero scambio o nel mercato comune;
    xxx
  3. I cittadini frustrati da Bruxelles, che per la prima volta si sentono presi sul serio dall'Europa e quindi comminciano a fidarsi dell'Europa e ad impegnarsi per la loro nuova Europa democratica e svariata;
    xxx
  4. Tutti i cittadini che rivendicano l'ultima parola per mezzo di referendum su tutte domande europee importanti e che vogliono votare più di una sola volta ogni 5 anni (alle "elezioni europee")!


Lotta con spada di Damocle!

 

Questo esercito di molti milioni di cittadini impegnati e responsabili garantisce con la minaccia permenente di un referendum l'attuazione rapida e democratica della nostra nuova Europa:xxx

  1. Un'Europa flessibile e prospera, che utilizza le crisi come chance per lanciare una cooperazione svariata, pieno di successo, e che porterà benessere e vantaggi a tutti i popoli e paesi europei partecipanti!
    xxx
  2. Un'Europa svariata e democratica con e per noi cittadini, nella quale scopriremo la nostra identità e i nostri valori europei nell'incredibile ricchezza della nostra storia, le nostre culture, lingue e tradizioni! 
    xxx
  3. Un'Europa resistente alle crisi, forte, stabile e sostenibile, che splenderà in tutto il mondo come progetto di pace europeo - per la democrazia, la pace, la libertà, la dignità e i diritti umani!

  

1. Bruxelles

Come sempre: dall'alto in basso!

Immagine: Senza referendum? - Senza i cittadini?
Senza referendum? - Senza i cittadini?

  

2. Brexit
Indipendenza nazionale!

Immagine: Referendum fuori/dentro decretato dall'alto?
Referendum fuori/dentro decretato dall'alto?

  

3. Cittadini

Referendum: dal basso in alto!

Immagine: Sei pronto/a a batterti per questa Europa?
Sei pronto/a a batterti per questa Europa?